Alberione Opera Omnia
 


 

Indicazioni bibliografiche

  Autore

Don Giacomo Alberione
  Titolo Opera SAN PAOLO (1926-69) 1936
  Scritta nel 1936
  Anno Ed
  Lingua Italiano
  Pagine Totale 100
  Destinatario Famiglia Paolina
  Forma Testo
 

Continua la lettura

0
BRANO



     
Codice:
7044

SCHEDA - Parte: Anno XI - n. 21 -  Capitolo: [Comunicazioni e consigli]   Contesto:contesto Pag.: 1


Anno XI - n. 21
“S. PAOLO”
J.M.J.P., Alba, 15 gennaio 1936

[Comunicazioni e consigli]

Carissimi Fratelli,
Per il 1936, ogni Sacerdote della Pia Società San Paolo celebra N°33 (trentatré) SS. Messe, in modo da formare le 2.000 SS. Messe, che si celebrano ed applicano ogni anno. Perciò ogni Casa-Filiale, deve applicare tante volte 33 SS. Messe quanti sono i Sacerdoti della Casa stessa. Prego di rispondere da tutte le Case per regolarità, in cosa tanto delicata; verificando anche se è stato applicato il numero fissato per il 1935, che era di 40 (quaranta), come è stato comunicato a suo tempo.
Il mese di Gennaio, ad onore del Divin Maestro, ci faccia crescere in sapienza, età, grazia.
Da varie Case e varie parti mi si ripete che si santifichino le lettere;e si facciano passare per le vie legittime, in sincerità e carità.
Occorre essere riservatissimi con le Suore: “Cum mulieribus, sermo durus et brevis”; occorre che si parli bene di tutti, specialmente dei Fratelli; occorre che si allarghi il bene e si descrivano i santi esempi di pietà religiosa, di apostolato, di studio, di povertà, che formano la vera sostanza delle cose; i mali sono relativamente pochi e debolezze, non malizie.
La lettera è più importante della parola, poiché lo scritto rimane, e, spesso, lo si fa circolare. Se essa è santa, santificherà! Se non è santa che cosa potrà seguirne? Nel Giudizio Universale ognuno saprà ciò che di lui fu scritto e ciò che degli altri ha scritto. Auguro e prego che in quel giorno si rivelino soltanto cose edificanti, venendoci tutti a ritrovare assieme. Nel 1935 seppi che circolarono e lessi anche lettere che gettarono dei Fratelli nell'afflizione, nel dubbio, nello sconforto. Il fare del bene alla Congregazione, che ci è madre e da cui tutto abbiamo ricevuto, ed ai nostri Fratelli nel Sacerdozio, è una carità di incalcolabile valore, ed anche la più urgente.
D. Ghione Agostino e D. Canavero Clemente sono viaggianti per la Cina in sostituzione di D. Fassino Emmanuele; per lo sviluppo dell'Apostolato in quella nazione tanto grande.
Con decreto dell'Ottobre scorso di S.E. Mons. Vescovo di Alba, il Noviziato degli aspiranti al Sacerdozio della Pia Soc. S. Paolo è stato trasportato a SANFRÈ: nella solitudine potrà dare frutti più abbondanti, si spera; la casa colà fu alquanto ristorata ed adattata.
In Casa-Madre abbiamo fatto il Ritiro Mensile sul peccato: male nell'individuo; nelle nella Comunità; male nell'apostolato e nel Sacerdozio.
 
 

www.operaomnia.alberione.org

 
   
 

Copyright © 2016 Famiglia Paolina
Powered by: www.paulus.net