Beato Giacomo Alberione

Opera Omnia

Effettua una ricerca

Ricerca Avanzata

Devo dire che per quattro anni Don Tito e Don Costa1 cui si aggiunsero presto Don Ambrosio (16 ottobre 1915)2 e Don Marcellino (16 ottobre 1916),3 furono i più generosi ed intel-ligenti nella vita paolina; veramente lo Spirito Santo lavora-va tanto in quelle anime.
Quelli furono gli anni in cui solo la fede e l’amore a Dio sostennero quei primi figli di San Paolo. Non incontrai nella mia vita che qualche eccezionale e rara persona di simile pietà, virtù, dedizione.
215

1 Su Don Tito Armani e Don Desiderio Costa cf sopra, AD 105-106 e note relative.

2 Michele, in religione Domenico, Ambrosio, n. il 17.6.1902 a Canale (Cuneo); entrato in Congregazione il 16.10.1915; prima professione il 5.10.1921; ordinazione sacerdotale il 18.12.1926; m. ad Alba (Cuneo) il 7.3.1971. Gli ha dedicato un commosso e documentato ricordo Armando GIOVANNINI, Don Domenico, Edizioni Paoline, Alba 1971.

3 Bartolomeo, in religione Paolo, Marcellino, n. il 24.11.1902; entrato il 16.10.1916; professo il 5.10.1921; sacerdote il 18.10.1925; m. a Ospe-daletti (Imperia) il 16.4.1978. Si è reso particolarmente benemerito per la presenza paolina in Giappone.