Alberione Opera Omnia
 


 

Indicazioni bibliografiche

  Autore

Don Giacomo Alberione
  Titolo Opera SAN PAOLO (1926-69) 1947
  Scritta nel 1947
  Anno Ed 1947
  Lingua Italiano
  Pagine Totale 44
  Destinatario Società San Paolo
  Forma Testo
 

Continua la lettura

0
BRANO



     
Codice:
7160

SCHEDA - Parte: CONVERSIONE DI S. PAOLO -  Capitolo: [Comunicazioni]   Contesto:contesto Pag.: 1


SECONDA SERIE
Anno XXII

“S. PAOLO”
CONVERSIONE DI S. PAOLO 1947

[Comunicazioni]

Sacerdoti carissimi,

ciascheduno accenda una candela al Maestro-Eucaristico; cioè faccia una Pia Discepola; poi lavori con fiducia nel suo ministero paolino; avrà luce, conforto, frutti di gioia e di merito.

Benvenuto! a D. Paolo Marcellino, che arrivò tra di noi portandoci la gioia, la vivacità della sua vita esuberante e del suo apostolato intelligente, entusiasta, gaio. Che la sua visita sia in benedizione a lui e a noi.
Per l'Italia e per l'Estero: il Sig. Maestro Giaccardo risiede abitualmente in Roma (Casa Generalizia) secondo i suoi uffici di Vice-Superiore generale di tutto l'Istituto, e di incaricato speciale per la provincia d'Italia. Prego rivolgersi a lui e da lui dipendere, in corrispondenza di queste suoi poteri e doveri.
Per la Chiesa Regina Apostolorum. È terminato il soffitto del magazzino; si sta costruendo ora il soffitto della cripta; si avrà così il piano pavimento, che si spera terminato per Aprile.
i si dice: pare imprudente oggi in cui i prezzi sono arrivati ad un'altezza vertiginosa costruire... Molte considerazioni porterebbero a tale conclusione. Ma se non lo facessimo non pagheremmo neppure le altre cose, né daremmo aiuto ad altre opere. Costruire una Chiesa a questa Madre, che se la merita bella! è dovere; è scavare un pozzo da cui verrà l'acqua per tutti e per tutto; è un bisogno, vero, sentito, generale.
Sempre avrete i poveri da soccorrere.
Oh! le belle preghiere, le liturgiche funzioni, i santi sacramenti, la glorificazione di Dio e della Regina che si avranno in questa Chiesa!
Ordine del giorno: Tutti i Figli e tutte le Figlie per la Madre; tutta la misericordia della Madre per ciascun Figlio.
Deo gratias! degli aiuti venuti dagli Stati Uniti, Brasile, Argentina, Egitto, Svizzera, Spagna; e dalle case d'Italia, specialmente da Casa Madre.
Le Pie Discepole hanno come uno dei loro compiti: Domus Dei: costruire ed abbellire la Chiesa per il Divino Abitatore, il Maestro Divino e la celeste Regina Maria. La loro missione l'hanno ben compita in riguardo alle due prime Chiese costruite: S. Paolo e il Divino Maestro. Io tanto spero, confido, prego che non manchi loro il terzo merito: la terza Chiesa: la Regina Apostolorum. Da questa immense grazie per loro, per la Società S. Paolo, per le Figlie S. Paolo. Così pace e misericordia per tutti.

Sac. Alberione
 
 

www.operaomnia.alberione.org

 
   
 

Copyright © 2016 Famiglia Paolina
Powered by: www.paulus.net