Alberione Opera Omnia
 


 

Indicazioni bibliografiche

  Autore

Don Giacomo Alberione
  Titolo Opera Registrazioni audio: Vangeli Festivi Commentati
  Scritta nel 1963
  Anno Ed 1963
  Lingua Italiano
  Pagine Totale
  Destinatario Società San Paolo
  Forma Audio
 

Continua la lettura

1
BRANO



mp3
     
Codice:
100030

SCHEDA - Capitolo: 01. Domenica I di Avvento   Contesto:contesto Num.: 1


01. Domenica I di Avvento

Disco 1/A
AR-101.65
ciclo natalizio - 1a parte.
VANGELI festivi commentati
I° DOMENICA DI AVVENTO
a cura di D. Giacomo Alberione.
Durata: 8’ 20”

[musica 0:20] Domenica Prima di Avvento [0:22]
[0:37] Oggi ha inizio l’anno liturgico. La prima parte si chiama Avvento. È la preparazione al Santo Natale.
Quattro sono le Domeniche dell’Avvento; oggi la prima.
Avviciniamoci al Natale con i sentimenti con cui l’umanità, per migliaia di anni, attese il Messia promesso da Dio ad Abramo.
Preghiamo con la Chiesa. A te, mio Dio ho innalzato i miei occhi. Tu sei la mia speranza. So che nessuno mai potrà deridermi, perché, alla resa dei conti, i tuoi amici non saranno giammai delusi.
[1:33] Signore, insegnami la strada per giungere fino a te. Suscita, o Signore, la tua potenza venendo in mezzo a noi, perché il peccato regna nel mondo. Tu nostro unico protettore vieni ad aiutarci. Tu nostro unico salvatore vieni a salvarci, tu che sei Dio assieme al Padre e allo Spirito Santo.
[2:07] A Natale Gesù nasce misticamente nelle nostre anime. Si celebrerà l’anniversario della sua nascita temporale. E Gesù tornerà alla finir del mondo por prendere i suoi eletti ed introdurli al Cielo e per condannare i colpevoli alle fiamme.
Tutta la Messa ci prepara a questo doppio Avvento: il primo di misericordia, il secondo di giustizia. La prima venuta è stata in umiltà, in una grotta, semplice bambino, ignorato dal mondo. Fu il Maestro, il Salvatore. Alla fine del mondo, invece, vi sarà la seconda venuta. Ed allora tutte le genti vedranno il Figlio dell’uomo venire con grande maestà, potenza e gloria sopra le nubi; sarà il Giudice.
[musica 3:18] Sentiamo il tratto del Vangelo ...
[3:22 musica]
[3:37-5:04 - Lc 21,25-22] In quel tempo: “Gesù disse ai suoi Discepoli vi saranno dei segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra costernazione delle genti spaventate dal rimbombo del mare e dai flutti, gli uomini tramortiranno dalla paura nell’aspettazione delle cose imminenti a tutta la terra. Poiché le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. E allora vedranno il Figlio dell’uomo venire con grande potenza e gloria sopra le nubi. Or quando cominceranno ad avvenira tali cose alzate il vostro capo e guardate in alto, perché la redenzione vostra è vicina”. E disse loro una similitudine: “Osservate il fico e tutte le altre piante; quando le vedete germogliare, voi sapete che l’estate è vicina. Così dunque, quando vedrete accadere tali cose, sappiate che il regno di Dio è vicino. In verità vi dico che non passerà questa generazione avanti che tutto ciò si adempia. Cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.
[5:05 musica]
[5:32] L’accoglienza che noi facciamo a Gesù nella sua prima venuta per redimerci, prelude a quella che egli farà a noi quando verrà a giudicarci.
Come prepararsi al Natale? S. Paolo nell’Epistola della Messa ce lo insegna: [Rm 13,11-14] “Fratelli, è tempo ormai di svegliarci. Siamo ora più vicini alla salvezza che non ai primi tempi della nostra fede. La notte è ormai finita; non più dunque azioni malvage. Il giorno s’appressa: viviamo luminosamente. Camminiamo diritti come in pieno giorno. Quindi, bando ad ogni genere di impurità e di libertinaggio. Via ogni discordia ed ogni astiosità, ma sforzatevi a divenire simili a Gesù Cristo”.
[6:45] La liturgia commenta: “Coloro che aspettano la tua venuta nel mondo, o Signore, non saranno delusi. Signore, insegnaci la strada da seguire per giungere finora te”.
[7:00. musica che continua in sottofondo]
[7:15] Preghiera: “Suscita, o Signore, la tua potenza e vieni, affinché dai pericoli che ne incombono per i nostri peccati, possiamo essere sottratti dalla tua mano liberatrice.
O Dio mostraci la tua misericordia e vieni affinché siamo salvi nella tua seconda venuta ed introdotti nel tuo eterno e felice regno”.
[7:49 musica 8:20]
 
 

www.operaomnia.alberione.org

 
   
 

Copyright © 2016 Famiglia Paolina
Powered by: www.paulus.net